VERA KOBALIA, LA CARFAGNA GEORGIANA SCAPPATA DALL’ABKHAZIA

La foto dello 'scandalo' di Vera Kobalia (foto Indipendent)

La Carfagna nostrana: i georgiani italofili hanno soprannominato così Vera Kobalia, la 28enne ministra presunta ex spogliarellista tanto criticata dai media russi. Giovane, e va bene: lo sono molti suoi colleghi del Governo di Misha Saakashvili. Georgiana ma vissuta per molti anni all’estero, e anche qui niente di nuovo.

La vera novità sta nella rapidità della sua carriera politica e nella sua bellezza. Due dettagli che molti considerano strettamente collegati. Si dice che sia arrivata a guidare il Ministero dell’Economia, che presiede da un mese appena, grazie al fortuito incontro con Saakashvili durante le Olimpiadi invernali di Vancouver. Dal suo cv, pubblicato nel sito ufficiale del ministero, non risulta alcuna esperienza politica degna di nota.

Un gran bel personale, però, sì: profondi occhi blu, chioma corvina e fisico slanciato e atletico. Certo, quest’ultimo dettaglio non si desume dalla pudica foto che compare sul sito del Ministero dell’Economia. Ma da quella sbandierata dalla Komsomolskaya Pravda, il quotidiano gossipparo russo per eccellenza. Che ha lanciato la provocazione: quella foto di Vera, vestito attillato grigio perla e tacchi alti, non sarà mica stata scattata sulla pista di un nightclub? E lei non sarà mica stata, ai tempi dello scatto, una spogliarellista?

La Kobalia smentisce. La foto risale ai tempi del college, dice. Altroché stripper: con lei ci sono la sorella e le amiche. A pochi giorni dallo ‘scandalo’ ha mantenuto il suo ruolo, anche se molti georgiani esprimono dubbi e perplessità sulla legittimità della carica.

All’altezza o no della posizione che ricopre, di certo spulciando il suo cv la ragione dell’astio dei russi salta subito all’occhio. Nata il 24 agosto 1981 nella città abkhaza di Sukumi e cresciuta all’estero, è una dei tanti georgiani scappati da questa regione separatista e russofila nei primi anni ’90. Come tutti i suoi connazionali, anche una semplice visita in questo angolo di Georgia affacciato sul mar Nero le è vietato: per entrare occorre un visto che ai georgiani non viene mai concesso.

Explore posts in the same categories: Abkahzia, Federazione russa, Georgia, NON-LUOGHI, URSS

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

One Comment su “VERA KOBALIA, LA CARFAGNA GEORGIANA SCAPPATA DALL’ABKHAZIA”

  1. lupus lupeshvili Says:

    Carfagnashvili


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: